ASSIABO

home page > periodico INARCOS > ultimo numero

Miniatura della copertina
click per ingrandire la copertina
n. 734 - 4/2013

L'ULTIMO NUMERO PUBBLICATO


GLI ARTICOLI

Erioli, Alessio;
IL COMPUTER COME DESIGN MEDIUM IN ARCHITETTURA

pag.: 07 - totale pagine: 7
SOMMARIO:
L’uso degli strumenti nel complesso iter che comprende progettazione e costruzione è argomento da sempre intrecciato con l’evoluzione dell’architettura e dell’ingegneria. L’emersione di strumenti parametrico-generativi non costituisce semplicemente una differenza di grado nell’evoluzione tecnologica (una forma di ulteriore “supporto” alla progettazione), è bensì frutto di innovazioni che hanno radici in cambiamenti radicali nel nostro modello di realtà; per essere compresi e sfruttati appieno tali strumenti richiedono un cambiamento di mentalità e di approccio al progetto spesso altrettanto radicale. Questo articolo cercherà di tracciarne un panorama (per generi) ed inquadrarne caratteristiche e potenzialità.
SUMMARY:
The use of tools in the complex process that encompasses design and construction is a topic long ever since entrenched with the evolution of architecture and engineering. The emergence of parametric and generative tools does not constitute only a difference in degree in the evolution of technology (yet another “support” to the design), but it is the outcome of innovations rooted in radical changes in our model of reality. In order to be fully understood and exploited such tools require a shift in the mentality and in the design approach that is often as radical as the philosophy that allowed its emergence. This article will attempt a by-genre description of the landscape of such tools as well as to frame their characteristics and potential.


Garagnani, Simone;
GLI STRUMENTI DEL PROCESSO BIM PRINCIPI E SOFTWARE PER LA PROGETTAZIONE INTEGRATA

pag.: 15 - totale pagine: 6
SOMMARIO:
Negli ultimi anni i metodi e gli strumenti utilizzati dai professionisti del settore edilizio hanno subito cambiamenti profondi. L’evoluzione dal tecnigrafo elettronico CAAD (Computer Aided Architectural Design) al più complesso BIM (Building Information Modeling) ha cambiato il modo d’immaginare il progetto architettonico, che dalle tradizionali viste piane (le proiezioni ortogonali) si esprime ora con costruzioni virtuali tridimensionali, concentrando l’attenzione dei progettisti verso edifici già realizzati nell’universo digitale, fabbricati con elementi che si legano direttamente ai documenti che ne definiscono e precisano le modalità costruttive. In questo contributo sarà esposto un sintetico quadro di principi e potenzialità che gli strumenti informatici attuali consentono mediante un approccio di tipo BIM al processo edilizio.
SUMMARY:_
In recent years, the methods and tools used by practitioners in the AEC industry have undergone deep changes. The evolution from CAAD (Computer Aided Architectural Design) usually intended as an electronic drawing board, to BIM (Building Information Modeling) fostered the transition from the architectural design prefigured through the traditional plan views (the orthogonal projections) to authentic virtual three-dimensional simulations, directing the attention of designers to constructions already built in the digital world, filled with information directly related to proper construction documents. In this paper, an outlook on existing computer tools that allow an integrated BIM approach to the building process will be introduced.


Bitelli, Gabriele; Franci, Francesca; Lambertini, Alessandro;
NUOVE POTENZIALITÀ DEI DATI GEOSPAZIALI PER APPLICAZIONI IN AMBITO URBANO

pag.: 23 - totale pagine: 7
SOMMARIO:
Una gestione efficiente del territorio richiede oggi la disponibilità di dati geografici esaustivi, accurati, aggiornati e supportati da potenti e complete banche dati; i più recenti sviluppi delle tecnologie geospaziali, sia in termini di hardware che di software, consentono di rispondere a questa richiesta con soluzioni sempre più efficaci. Il lavoro presenta alcuni esempi che evidenziano le grandi potenzialità in questa direzione, soffermandosi in particolare su due tecniche molto recenti e promettenti per applicazioni in ambito urbano, che sfruttano entrambe dati telerilevati: una metodologia ad oggetti per la classificazione del suolo mediante immagini satellitari ed aeree ad altissima risoluzione e l’uso di sistemi aviotrasportati a scansione laser per la modellazione tridimensionale dell’ambiente urbano. Le applicazioni che possono avvalersi di questi sistemi sono molteplici, sia per la mappatura e l’aggiornamento della situazione attuale che per il monitoraggio della sua evoluzione nel tempo.
SUMMARY:
Efficient management of the territory requires today the availability of comprehensive geographical data, accurate and up to date, supported by powerful and comprehensive databases. The latest developments in geospatial technologies, both in terms of hardware or software, allow to respond to this request with increasingly effective solutions. The paper presents a few examples that highlight the great potential in this direction, focusing in particular on two very recent and promising techniques for applications in urban areas using remote sensed data: an object-oriented methodology for the land cover classification by means of very high resolution satellite or aerial imagery, and the use of airborne laser scanning systems for three-dimensional modeling of the urban environment. The applications that can make use of these systems are multiple, both for mapping and update of the current situation and for the monitoring of its evolution in time.


Cocchi, Giovanni;
CONSIDERAZIONI SULL’UTILIZZO DEI MODELLI DI INCENDIO NELLA PRATICA INGEGNERISTICA

pag.: 30 - totale pagine: 8
SOMMARIO:
La possibilità di fare uso dei modelli d’incendio nell’ambito dell’approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio, prevista dal D.M. 9 Marzo 2007 e regolata dal D.M. 9 Maggio 2007, da al progettista la possibilità di dimostrare, mediante lo studio di scenari d’incendio identificati mediante una opportuna analisi di rischio, il raggiungimento degli obiettivi di sicurezza antincendio in caso di deroga o in assenza di regola tecnica. L’applicazione dei modelli tuttavia richiede estremo rigore metodologico e profonda conoscenza degli strumenti di calcolo che si intendono utilizzare. The application of fire models to the fire safety engineering approach, in compliance with the guidelines provided by D.M. 9 Marzo 2007 and D.M. 9 Maggio 2007, enable to prove that the required fire safety performances are met even when a prescriptive fire safety code is not available or when alternative solutions are required. The application of fire modeling requie a rigorous approach and a deep knowledge of the models that are being applied.


Maglionico, Marco;
PROGETTAZIONE E VERIFICA DELLE RETI DI DRENAGGIO URBANO CON IL CODICE DI CALCOLO SWMM

pag.: 38 - totale pagine: 5
SOMMARIO:
La progettazione dei sistemi di drenaggio urbano viene usualmente fatta attraverso approcci semplificati, come ad esempio il metodo cinematico. Nel caso di sistemi fognari complessi o se si vuole studiare il comportamento di invasi di laminazione o di vasche per il controllo delle acque di prima pioggia o la valutazione di sistemi LID (Impact Low Development) per la progettazione di infrastrutture verdi sostenibili, un approccio alternativo e più affidabile è l’adozione di software di modellazione idraulica. Un esempio di tale tipologia di software è il codice SWMM (Storm Water Management Model) sviluppato dall’EPA degli Stati Uniti che è un software gratuito e di pubblico dominio. SWMM è un modello di simulazione afflussi- deflussi dinamico, utilizzato prevalentemente per le aree urbane per simulare singoli eventi di pioggia o serie pluviometriche sia per gli aspetti idraulici che di qualità delle acque. E’ un software ampiamente utilizzato in tutto il mondo per la pianificazione, l’analisi e la progettazione di sistemi di raccolta delle acque meteoriche e reflue nelle aree urbane. Si possono trovare inoltre numerose applicazioni anche in aree non urbane come nel caso di reti di canali di bonifica. In questo articolo viene descritto il codice di calcolo SWMM e i principali parametri che gli utenti devono inserire per il suo corretto utilizzo.
SUMMARY:_
Traditionally, the design of urban drainage systems is done using simplified approach, like the Rational Method. With complex sewer systems or for studying the behaviour of detention facilities for flood control and water quality protection or evaluating Low Impact Development (LID) options for sustainability goals and green infrastructure, an alternative and more reliable approach is the adoption of an hydraulic modelling software. An example of such software is SWMM (Storm Water Management Model) developed by the EPA of United States and it is a free, public domain software. SWMM is a dynamic rainfall-runoff simulation model used for single event or long-term continuous simulation of runoff quantity and quality from primarily urban areas. It is widely used throughout the world for planning, analysis and design related to storm water runoff and sanitary sewers in urban areas, also with many applications in non-urban areas as canne networks. In this paper it is described how SWMM can be used and the main parameters that the users have to set for its correct use.


Marinosci, Cosimo; Semprini, Giovanni;
SOFTWARE DI SIMULAZIONE ENERGETICA
DINAMICA DEGLI EDIFICI
pag.: 45 - totale pagine: 11
SOMMARIO:
Al giorno d’oggi, gli strumenti di simulazione energetica dinamica sono sempre più indispensabili per eseguire analisi delle prestazioni energetiche degli edifi ci e del comfort termico degli occupanti. Questo documento descrive una selezione di alcuni motori di calcolo e di interfacce grafi che che permettono di eseguire queste analisi oggi. Oltre ad una breve panoramica sui concetti di simulazione di energia, il lavoro illustra i punti di forza e di debolezza, nonché le capacità di ciascuno strumento. Data la notevole varietà di tali strumenti di simulazione energetica, è fondamentale comprendere le loro limitazioni e la complessità delle simulazioni. Il riferimento nel presente documento per ogni specifico prodotto commerciale o servizio al nome commerciale, marchio, produttore non necessariamente costituisce o implica la sua raccomandazione.
SUMMARY:
Nowadays, energy dynamic simulation tools are increasingly becoming indispensable for analysis of energy performance of buildings and the thermal comfort of their occupants. This paper describes a selection of energy simulation engines and user interfaces that allow to perform these analyzes today. Besides a brief overview about energy simulation concepts, the paper illustrates each tool’s strengths and weaknesses as well as its capabilities. Given the signifi cant variety of such energy simulation tools, it is crucial to understand limitations of the tools and the complexity of such simulations. Reference herein to any specifi c commercial product or service by trade name, trademark, manufacturer, or otherwise does not necessarily constitute or imply its recommendation.


Pifferi, Emanuele; Subazzoli, Sonia;
IL RUOLO DELLA MODELLAZIONE ENERGETICA DINAMICA NELLA CERTIFICAZIONE LEED® E NEL FUTURO DELL’EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA

pag.: 56 - totale pagine: 8
SOMMARIO:
La modellazione energetica dinamica degli edifici è uno strumento di calcolo della prestazione in edilizia basato su modelli di simulazione molto dettagliati, che se correttamente gestiti sono in grado di riprodurre il reale comportamento dell’edificio, ora dopo ora in tutti i giorni dell’anno. Strumento di lavoro molto prezioso per il progettista, soprattutto nel guidarlo nella scelta tra soluzioni alternative che possono essere simulate e confrontate tra loro, l’utilizzo di queste simulazioni è al momento ancora molto di nicchia, anche a causa della difficoltà tecnica nel reperire ed inserire i dati di input e nell’interpretare e accorpare correttamente gli output forniti dai motori di calcolo. L’articolo illustra le differenze tra le simulazioni energetiche dinamiche e i calcoli tradizionali, quasi-stazionari, e quali opportunità offre questo nuovo metodo ai progettisti. Viene poi mostrata l’importanza della modellazione energetica dinamica all’interno del protocollo LEED®, il più diffuso a livello internazionale tra i sistemi di certificazione della sostenibilità. Infine si vedrà come anche le direttive e le norme tecniche europee più recenti indichino le simulazioni energetiche dinamiche e il confronto con edifici di riferimento come il percorso verso gli ambiziosi obiettivi ambientali dell’Unione Europea.
SUMMARY:
Dynamic building energy simulation is a way of calculating the energy performance of buildings based on detailed simulation models, which are able to reproduce the behavior of the real building, in every hour in any day of the year. It can be considered a very valuable working tool for the designer, especially in the choice among alternative project options that can be simulated and compared to each other; however the use of dynamic simulations is currently still very niche, mainly because of the technical difficulty in obtaining and inserting the input data and in interpreting and correctly merging the output provided by the calculation engines. The paper illustrates the differences between dynamic calculation and the traditional quasi-steady state and the opportunities that the newer method offers to designers. It shows the importance of dynamic energy simulation for the LEED® standard, the most used system of sustainability certification worldwide. Finally it reports the fact that the most recent European directives and technical standards indicate energy simulations and comparison with the reference buildings as the path towards the ambitious environmental goals of the European Union.


Barbaresi, Luca; D Orazio, Dario; Fattori, Dario; Garai, Massimo;
SOFTWARE PREVISIONALI IN ACUSTICA APPLICATA

pag.: 64 - totale pagine: 8
SOMMARIO:
I software previsionali sono strumenti sempre più utilizzati dai professionisti ed in ambito di ricerca anche nel settore dell’acustica applicata. Gli ambiti applicativi nei quali sono più diffusi sono principalmente tre: la propagazione del suono in ambiente esterno, la qualità acustica degli ambienti chiusi e le prestazioni acustiche degli edifici. Per ognuno dei tre ambiti sono stati sviluppati approcci specifici, in funzione anche degli specifici obiettivi e della complessità dei casi da trattare. Per i vari ambiti applicativi viene presentato nel seguito un quadro dello stato dell’arte, ma occorre sottolineare fin da subito che nessun software, per quanto sofisticato, può dare buoni risultati da solo; occorre sempre che lo strumento sia controllato da un operatore preparato e competente che sappia gestire al meglio le inevitabili rigidità e limitazioni specifiche di ogni software. Inoltre il risultato non avrà mai una incertezza migliore di quella dei dati di input. Pertanto il risultato di una simulazione sarà affidabile quando risulterà dalla combinazione equilibrata di un buon software, di dati di input affidabili e di un operatore competente.
SUMMARY:
Software tools are more and more used by professionals and researchers also in the field of applied acoustics. The main application sectors are three: outdoor sound propagation, room acoustics quality and acoustic performance of buildings. In each application sector, a tailored approach has been adopted, depending also on the specific objectives and the average complexity of the investigated cases. For each of the above-mentioned application sectors a brief state of the art is presented. However, it is of the utmost importance to remark that no software, notwithstanding its complexity, can deliver good results if it is not controlled by a competent operator, capable to manage in the best way the rigidity and the limits always present in any software. Moreover, the result of a simulation cannot have an uncertainty better than that of the input data. Therefore the result of a simulation is reliable when it is the outcome of a bilance mix of a good software tool, high quality input data and a competent operator.



torna indietro
 
Validazioni: HTML 4.01 -  CSS Level 2.0